Illuminazione interni Cucina

I nostri suggerimenti in questa categoria

    Lampade da cucina: luminosi ingredienti per la ricetta di luce perfetta

    Certo, qualche volta la scelta si fa difficile perché le possibilità sono infinite. Bisogna seguire il proprio gusto, anche se nella composizione degli ingredienti c'è qualche regola da seguire. Così facendo, però, si avrà la certezza di un risultato irresistibile. Non stiamo però parlando di un menù vero e proprio...

    Parliamo della luce. Anzi, della luce in cucina. Perché anche l'illuminazione della cucina riserva possibilità inimmaginabili sebbene la scelta non sia sempre facile. Tuttavia, ne vale la pena! Non soltanto per i cuochi appassionati, ma per chiunque voglia che la cucina sia un luogo accogliente.

    Quali lampade per la cucina esistono?

    Plafoniere da cucina

    Sì, anche in cucina l'illuminazione "generale" è uno degli ingredienti più importanti per un perfetto menù luminoso. Perché una cucina senza illuminazione generale è un po' come cuocere gli spaghetti senza l'acqua. Allora, qual è il metodo più semplice per avere una buona illuminazione generale tra le quattro pareti di casa? Una plafoniera, anche per la cucina.

    Ovviamente il tipo di lampada che fisserai sul soffitto dipende soltanto dalle tue preferenze. Stile scandinavo, moderno o industriale? Forma rotonda, quadrata o con tanti di quegli angoli che nemmeno li si conta? In bianco, nero, ottone anticato o quale altro colore che ti piace? Devi solo decidere!

    Pannello LED da cucina

    La nuova stella nel firmamento delle lampade da cucina. E non soltanto lì. Anche in salotto e sala da pranzo i pannelli LED sono davvero i benvenuti, come anche in cucina. Perché i pannelli LED....

    • sono come le plafoniere. Quindi: risolvono la questione dell'illuminazione generale in modo pratico e moderno.
    • sono davvero ultrapiatti e non ingombrano di più di quel che serve. Imbattibili soprattutto dove c'è poco spazio e i soffitti sono bassi.
    • sono moderni nell’aspetto e anche per loro natura. Hanno un design minimalista e funzionano con tecnologia moderna, quella LED per l'appunto, i cui vantaggi ti sono ormai ben noti. 

    Il nostro consiglio: scegli un pannello LED con telecomando. Non c'è nulla di più semplice per accendere e spegnere la luce, regolare l'intensità e la colorazione.

    Lampade a sospensione da cucina

    Lampade a sospensione in cucina? Perché no! Magari sopra al tavolo da pranzo se in cucina si mangia, oppure anche sopra i piani di lavoro. In entrambi i casi ti diamo un piccolo consiglio: sopra il tavolo da pranzo non va mai appesa una lampada tanto bassa da mascherare chi è seduto di fronte; sopra il piano di lavoro invece dovrà rimanere un'altezza sufficiente per le preparazioni.

    In quanto a stile non hai che l'imbarazzo della scelta (i paralumi di stoffa però non sono consigliati: assorbono odori e vapori). Comunque, che si tratti di tavolo da pranzo o piano di lavoro: quel che avrai è una luce direzionata verso il basso. In pratica il piatto del giorno va in scena sia mentre lo si prepara che quando lo si serve.

    serien.lighting Curling - Lampada da soffitto a LED in vetro
    Pannello LED luminoso Philia, colore della luce variabile
    6727109

    Faretti in cucina

    Vuoi flessibilità anche in cucina? O magari hai un'illuminazione un po' carente a causa di troppi angoli e nicchie e quindi la luce è scarsa? Nessun problema. La soluzione si chiama: faretti. Esistono in varianti monolampada ma anche a più punti luce.

    Ed è proprio quest'ultima che potrebbe fare al caso tuo. Perché i faretti a più punti luce illuminano molto tutti gli angoli della cucina e con un unico allacciamento al soffitto. Il segreto: la flessibilità. Sia in termini di numero di punti luce che di mobilità. Non la tua s'intende, ma quella dei faretti. Perché si ruotano e si orientano, rendendo ancora più facile creare la luce perfetta nella cucina di casa. 

     

    Lampade per mobili di cucina

    “Cosa c'è qui, una patata o un pomodoro? Dov'è l'interruttore del mixer? Perché oggi gli spaghetti sono insipidi, non ci ho messo il sale?” Se ti capita di farti domande di questo tipo, anche se in cucina non sei alle prime armi, allora vuol dire che ombre e punti scuri non ti garantiscono la giusta visibilità: devi assolutamente cambiare qualcosa e cioè illuminare i piani di lavoro della tua cucina. Con una luce diretta: basta ombre, punti scuri, basta abbagliamenti.

    Le lampade perfette sono quelle per mobili, da fissare sotto i pensili o anche da incassare. Quelle per i pensili si possono incollare oppure applicare mediante fori. Quelle da incasso invece si inseriscono direttamente nel pensile. Ma anche i faretti a plafone sui pensili incassati nel soffitto sopra i mobili a penisola portano una buona luce in cucina e risolvono il problema.

    Il nostro consiglio: vuoi sapere altro sulle lampade per mobili? Ad esempio, come si fissano esattamente sotto i pensili, oppure se ci sono varianti a batteria senza cavi? Continua a leggere qui!

    Applique da cucina

    Se non è propriamente una barra luminosa fissata sotto il pensile, l'applique di solito si usa quando la cucina funge anche da sala da pranzo. Se è il tuo caso, non rinunciare a una bella applique con cui sottolineare la bellezza sia della cucina che dell'angolo pranzo. Naturalmente dovrà assicurare anche una certa luminosità di sfondo.

    Non vuoi comunque fare a meno di un’applique sulla parete di cucina? In tal caso accertati che le lampade montate vicino a lavandini e fornelli siano protette dall'umidità (grado di protezione IP). Non scegliere mai modelli con paralumi di stoffa! Perché nel giro di poco tempo dovresti lavarli, dato che raccolgono sporco e odori. Riservali piuttosto all'illuminazione del salotto.