Abiti in riva al mare e per niente al mondo, vorresti traslocare…Ti possiamo capire! Ma c’è un «ma», ogni anno, è la stessa constatazione, le tue illuminazioni e applique da esterno subiscono i contraccolpi degli spruzzi d’acqua e si ossidano in un lampo.

Questa degradazione ineluttabile e continua della tua illuminazione esterna comincia a pesare seriamente e ne hai abbastanza di essere obbligati a cambiare e ricambiare continuamente le tue installazioni. È tempo di rimediare!

lampade resistenti all’acqua di mare

Quali sono le soluzioni?

E in effetti non ci sono mille soluzioni! L’unica soluzione, che può essere a lungo termine, per evitare gli inconvenienti che possono verificarsi sulla vostra illuminazione esterna, è quello di scegliere dei buoni materiali.

Dei materiali resistenti all’acqua del mare e al sale contenuto negli spruzzi marini e, quindi, inossidabili. Delle illuminazioni molto specifiche, elaborate a partire da materiali resistenti, a lungo termine, ad ogni forma di corrosione. Ciò vuol dire, niente applique esterne, illuminazioni e paletti luminosi in acciaio che contengono ferro, che si ossidandosi degrada l’acciaio.

lampade resistenti all’acqua di mare

lampade resistenti all’acqua di mare

lampade resistenti all’acqua di mare

Nemmeno l’inox «semplice» per le vostre applique esterne, paletti luminosi e illuminazioni, anche se vengono presentati con l’etichetta di inossidabili composti di acciaio e di cromo, compatibile con la vicinanza al mare e resistente all’ossidazione.

Se desiderate un’illuminazione da esterno resistente all’acqua di mare, pensate ad altri materiali.

I migliori materiali per l’illuminazione in riva al mare

Per scegliere le illuminazioni più adatte e resistenti all’acqua di mare, bisogna pensare a due cose: ai materiali e al design. I materiali, per la solidità e l’affidabilità delle strutture, resistenti all’aria marina, e il design, per la decorazione e la bellezza dello spazio da arredare.
I materiali da privilegiare sono l’inox 316, che contiene molibdeno come complemento (da 2 a 3%), il rame, l’ottone nella forma rilavorata resistente all’acqua di mare e la plastica. Questi materiali sono perfettamente adatti agli ambienti marini e non temono né il vento né l’acqua salata, né gli spruzzi, né le tempeste. Resistono all’acqua di mare e alla corrosione, beneficiano di un’eccellente durata di vita.

Vantaggi di questi 4 materiali

  • l’inox 316 è più resistente alla corrosione dell’inox 304 ed è anche riciclabile
  • il rame è utilizzato da secoli per la costruzione di barche ed ha fornito buoni risultati
  • la plastica (policarbonato) resite alle diverse temperature, ma anche alla corrosione e agli agenti atmosferici
  • l’ottone navale (C464) contiene dello stagno al posto dello zinco e resiste perfettamente

Per il design, delle applique esterne in stile marittimo protette da una griglia in ottone per resistere meglio e ancora più a lungo al clima marino. Ma anche delle sospensioni, delle plafoniere, dei punti luminosi a forma di paletti, delle lanterne o ancora dei lampioni accompagnati dai rilevatori di movimento.

lampade resistenti all’acqua di mare

Nella foto (da sinistra verso destra): Applique Luxembourg (Art.: 7005227, Lampione Anna (Art.: 3538066), Lampioncino V4A (Art.: 9506093), Lampada a sospensione Ernesto (Art.: 6515347).

Che grado di protezione devono avere le lampade da esterni? Trovate il modello resistente all’acqua di mare che fa per voi

Perché una decorazione da giardino, di una loggia, di un viottolo o di un percorso è tanto importante tanto quanto quella di una casa ed è essenziale, a seconda dell’utilizzo che se ne vuole fare, scegliere un buon modello. Per questo, non avrete che l’imbarazzo della scelta!

  • per una terrazza o una loggia, pensate alle applique murali. Queste variano in più forme e stili: piuttosto dorate per uno stile marittimo chic e sofisticato o piuttosto classico e giocare al 100% la carta dell’autenticità?
  • per illuminare un giardino o i bordi di una piscina, niente di meglio che una colonnina
  • per un lampioncino. Queste illuminazioni metteranno in evidenza i viottoli e i sentieri mettendo in risalto le aiuole o gli arbusti

Per quanto riguarda il grado di protezione e a seconda del tipo d’impiego e il luogo d’istallazione bisogna sempre pensare al grado di protezione IP. La prima cifra del grado de protezione ci indica la protezione contro la penetrazione di corpi solidi estranei e la seconda riguarda la protezione contro la penetrazione di liquidi. Quest’ultima cifra è molto importante ad esempio, per le lampade che verranno istallate vicino al mare o ai bordi della piscina.

grado di protezione IP per lampade resistenti all’acqua di mare

grado di protezione IP per lampade resistenti all’acqua di mare

 

Ora tocca a te: sai già quale lampada acquistare per la tua casa in riva al mare? Dai un’occhiata ai prodotti resistenti all’acqua di mare disponinili su Lampade.it e dimenticati di dover cambiare continuamente le tue lampade da esterno!

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata